Il patto di Papa Francesco con i giovani: dare un’anima nuova all’economia


La Fondazione Edmund Machha ospitato martedì 21 gennaio, alle 10.30, per 220 studenti dell’Istituto Agrario la lectio magistralis di Stefano Zamagni dal titolo “Il patto di Papa Francesco con i giovani: dare un’anima nuova all’economia”. Si tratta della prima iniziativa promossa in Trentino Alto Adige in preparazione di The Economy of Francesco, l’incontro internazionale che si terrà ad Assisi dal 26 al 28 marzo, fortemente voluto da Papa Francesco, e che vedrà la partecipazione di numerosi Premi Nobel dell’Economia.

L’iniziativa trentina è stata promossa dal liceo Antonio Rosmini, dal gruppo Formazione EdC Trento, in collaborazione con Centro Culturale TrentUno ONLUS, Fondazione don Lorenzo Guetti e AIPEC (Associazione Italiana Imprenditori per un’Economia di Comunione).
L’evento al liceo Rosmini, si è collocato all’interno di un progetto che ha coinvolto una classe quarta in un percorso di approfondimento sulla figura della trentina Chiara Lubich (fondatrice, tra l’altro, dell’Economia di Comunione), e di due classi quinte in un percorso su economia ed etica. L’istituto, con l’occasione, ha aperto le porte anche a diverse classi di altre scuole di Trento che hanno svolto, o stanno svolgendo, cicli di lezioni e approfondimenti sull’Economia Civile, di Comunione o più in generale sull’etica in economia. Tra queste ha partecipato: il liceo scientifico G.Galilei, il liceo scientifico L.Da Vinci, il liceo linguistico S.Scholl.
L’evento è rimasto aperto ad altri studenti delle superiori interessati alla presentazione.

Stefano Zamagni, economista civile e presidente dell’Accademia Pontificia delle Scienze sociali, ospite del meeting di Assisi, rifletterà con i ragazzi sulle principali contraddizioni dell’attuale modello economico e proporrà azioni e misure economiche più rispettose della persona e dell’ambiente.

Come è noto l’evento internazionale di Assisi, unico nel suo genere, affidato alla direzione scientifica del prof. Luigino Bruni, ospiterà 500 giovani studiosi e imprenditori rigorosamente under 35, provenienti da ogni parte del mondo.

La volontà di papa Francesco è di stringere con i giovani, al di là delle differenze di credo e di nazionalità, un patto per cambiare l’attuale economia e dare un’anima a quella di domani perché sia più giusta, più sostenibile, più inclusiva.


Rassegna stampa che ha coperto l'evento
pdf

Scarica l'intervista di Diego Nart

pdf

Scarica l'intervista di "Vita Trentina"

pdf

Scarica l'articolo di "Vita Trentina"

pdf

Scarica l'articolo di "Vita Trentina"