Cooperazione


Azione svolta in comune da più soggetti (individui, enti, Stati, organizzazioni internazionali) per il conseguimento di un determinato fine.
Attività economiche ispirate alla collaborazione ed alla solidarietà.

L’idea della cooperazione nacque, agli inizi dell’Ottocento, in contrapposizione all’economia capitalistica, fondata sulla competizione e sulla proprietà individuale.

Essa diede luogo a un importante movimento, che portò nel corso del Novecento alla diffusione di imprese cooperative in tutti i settori dell’economia: dalla vendita dei beni di consumo alla produzione, dalle assicurazioni alle banche, dall’edilizia ai servizi sociali.


Stefano Zamagni: “La cooperazione è il frutto maturo dell’economia capitalistica. Non a caso nasce in paesi come Francia e Gran Bretagna nella seconda metà dell’800. E tutti i grandi economisti liberali di quell’epoca, da John Stuart Mill a Marshall, Pareto ed Einaudi, riconoscevano e sostenevano che la cooperazione, per i fini di mutualità che persegue e per la sua governance, fosse una forma di impresa superiore”.

CI STO? AFFARE FATICA!