Giuseppe Stefenelli

(1868-1948)

Avvocato, formatosi a Innsbruck e attivo nella politica trentina, fu deputato alla Dieta di Innsbruck nell’ala di sinistra del partito liberale. A Trento diresse il giornale liberale Alto Adige e promosse la costruzione della Statua a Dante.

Aderì poi al fascismo e fu presidente della Federazione dei consorzi cooperativi tra il 1926 e il 27, periodo di commissariamento fascista (il 31 ottobre del 1926, infatti, i fascisti occuparono gli uffici della Federazione, del SAIT e della Federazione delle Leghe dei contadini, sottoponendoli a commissariamento). È la fase dell’inquadramento della Federazione nel nuovo assetto fascista: vennero sciolti il Consiglio provinciale d’agricoltura e i consorzi distrettuali, in diverse cooperative gli organi eletti democraticamente furono sostituiti con commissari scelti dal regime e fedelmente alleati; il fascismo aveva preso il controllo del movimento cooperativo trentino.


CI STO? AFFARE FATICA!