Giovanni Ciccolini

(1876-1949)
 
 

Fu insegnante ed intellettuale di Terzolas, in Val di Sole; attivo all'associazionismo cattolico, nella ricerca storica e archivistica e nella divulgazione, nel movimento cooperativo dell’epoca. Fu amico di Alcide De Gasperi, con cui condivise l’esperienza alla dieta di Innsbruck.

Per quanto riguarda il suo ruolo nello sviluppo del movimento cooperativo trentino, venne eletto nel consiglio di amministrazione del SAIT (Sindacato Agricolo Industriale Trentino) nel 1919 come capo sindaco fino al 1923 e poi come vicepresidente fino al 1926 (anno in cui i fascisti occuparono gli uffici del SAIT).

Ciccolini, con una visione religiosa dell’impegno civile dei cattolici e la sottolineatura della base cristiana del movimento cooperativo, partecipò alle attività dell’ente, focalizzate in quel periodo alla ristrutturazione di vari magazzini dopo la Grande Guerra, all’assunzione di nuovo personale, al riordino degli archivi, alle attività di consolidamento amministrativo e collegamento sempre più stretto con le cooperative del territorio.


Per approfondire:

• G. Zorzi, A. Leonardi, A. Canavero (a cura di), Per il popolo trentino. Protagonisti del movimento cattolico a inizio Novecento, Trento, 2014.

• U. Fantelli, Giovanni Ciccolini, Centro Studi per la Val di Sole, 2000.

CI STO? AFFARE FATICA!